Profumo e protezione solare – La strana coppia

Andrete presto in vacanza? Io sono già ritornata dalla mia, perchè quest’anno Ho programmato le vacanze prima del solito. Durante le mie pigre giornate in spiaggia, ho notato una cosa importante che vorrei condividere con voi. Forse ne farete buon uso perchè ancora non siete stati in vacanza. Quindi questo blog è stato scritto di fretta. Scusatemi per questo 😉

Qual’è uno degli sbagli più grandi quando si applica una crema solare?

Non lo sapevo ma l’ho scoperto per caso. Quantità di prodotto insufficente? Scaduto? Senza alcun dubbio tutti questi fattori hanno un grosso impatto sull’effetto della crema protettiva, quindi è importante utilizzare i filtri UV in maniera intelligente. Tuttavia sono sicura che nessuno ha sentito dire quello che sto per raccontarvi di seguito.

Vi è mai capitato di bruciarvi la pelle anche se avete messo la protezione?

Questo è capitato a me quest’anno in vacanza al mare. Sono dovuta andare al negozio locale qindi ho applicato la crema prima di lasciare l’appartamento. Ho messo il vestito e sono andata. Sfortunatamente quando sono tornata a casa dopo la passeggiata (non faceva molto caldo) la mia pelle ha iniziato ad arrossarsi e sono venute fuore delle piccole vesciche. Che cosa ho sbagliato? Finalmente la sera l’ho capito, quando ho avuto tempo di realizzare cosa è successo.

Bene, subito dopo aver applicato la crema, prima di uscire dall’appartamento mi sono messa… il profumo!

I profumi fanno reazione con la crema solare?

Ho chiesto consiglio ad un dermatologo. Ci sono andata il giorno dopo per fargli vedere un problema al piercing. La vescica non voleva andarsene. ne è venuto fuori che i profumi distorcono completamente l’azione della crema protettiva. In altre parole i profumi disattivano il potere della crema. Inoltre sono la principale causa delle scottature che ho preso. Non è stata solo colpa del sole ma delle sostanze del profumo di cui è composto.

Di nuovo, la crema solare ed il profumo non vanno d’accordo. Inoltre il profumo può contenere sostanze che a contatto con la luce del sole diventano tossiche. tra queste sostanze c’è il l’olio essenziale di bergamotto, cedro, lavanda, vaniglia, muschio, legno di sandalo, solo per elencarne alcuni.

Come usare i profumi durante l’estate?

Da quel momento in poi ho iniziato a sostituire il profumo con le nebbie profumate. Sono più indicate per le pelli sensibili che già sono più esposte in estate. Ciò nonostante, se abbiamo bisogno di una fragranza più forte, per esempio per un appuntamento, potete continuare ad applicare il profumo ma solo in certi posti. Io lo metto nell’incavo del braccio e dietro alle orecchie. lì la pelle è più sottile e aiuta la fragranza a durare di più. In più di solito è meno esposta ai raggi del sole.

Tag:, , , , , , , , , , ,

Articoli correlati

Articolo precedente Prossimo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares